Blog


Un ponte di libri: mostra-convegno a Busto Arsizio

La Mostra-Convegno “Jella Lepman. Un ponte di libri”, che verrà inaugurata venerdì 15 novembre 2019, presso il Museo del tessile di Busto Arsizio (VA), è un’operazione culturale volta alla promozione del patrimonio storico, artistico e culturale.

Promotori sono: IBBY Italia, la Commissione Legalità del Centro internazionale Insubrico, il Sistema Bibliotecario Busto Arsizio-Valle Olona, i 10 Comuni afferenti, sostenuti dalle ACLI provinciali, da Enaip Lombardia (sede Busto Arsizio), dai Comuni di Bisuschio, Cardano al Campo, Lonate Pozzolo e Maccagno, con la partecipazione del Liceo Musicale Statale Coreutico Pina Bausch di Busto Arsizio.

Articolato in una serie di incontri di formazione e conferenze sul territorio provinciale da Busto Arsizio a Maccagno, passando per Varese e Luino, questo evento vuole ricordare il 70° anniversario della fondazione della Jugendbibliothek a Monaco di Baviera, ad opera di Jella Lepman, giornalista ebrea, perseguitata dai nazisti e fuggita con i suoi due figli da Stoccarda a Londra nel 1935, che trova nella Germania distrutta del 1945 la propria missione: contribuire a costruire per la nuova generazione un mondo migliore e più pacifico.

Per rappresentare questa visione di intesa e unione tra i popoli, Lepman crea la metafora di “un ponte di libri” e la sceglie come titolo per la sua autobiografia. Nel ruolo di adviser, ovvero consulente per le questioni culturali ed educative riguardanti donne e infanzia nella zona di occupazione americana, si convince che i bambini tedeschi avevano bisogno di “cibo per la mente“, al fine di contrastare l’abbrutimento, la tristezza e l’assenza di prospettive. Con l’aiuto di tedeschi capaci e bene intenzionati, Lepman doveva ideare, sviluppare e attuare un piano per la ricostruzione culturale nella zona di occupazione americana. Era un caso piuttosto unico nella storia: i vincitori pensavano che fosse compito loro aiutare i vinti a rimettersi in piedi e si interrogavano su come farlo. La sua storia narra di come chiese agli editori dei paesi occidentali donazioni di libri, con cui organizzò una mostra libraria internazionale e successivamente fondò l’Internationale Jugendbibliothek, che divenne un luogo in cui regnava la libertà, dove i bambini e i ragazzi avevano diritti e potevano esprimere i propri pensieri, dove si leggeva, dipingeva, recitava, giocava e discuteva.

Con la vicenda di Jella Lepman si risponde ad una necessità: conoscere e trovare chiavi d’accesso alla storia, attraverso le vite di donne e di uomini. Quale modello di una efficace sostenibilità sociale e culturale, Lepman può dirigere tutti noi, addetti ai servizi educativi mirati alla formazione civile, verso una soluzione epocale: guidare i giovani al recupero di valori condivisi, volti alla tutela del patrimonio comune. E la cultura, rappresentata dai libri provenienti da ogni nazione, quale frutto dell’anima di ogni popolo chiamato a condividere ciò che ritiene degno di valore, può mostrare l’autenticità di un’operazione che va ben oltre una raccolta di narrativa per ragazzi. Accanto a Lepman ciascuno potrà ritrovare la propria storia e, condividendola con gli altri, scoprirne i tratti più significativi e caratterizzanti, atti a formulare una riflessione, un pensiero, un punto di vista sulla realtà. E intanto rendersi disponibile ad aprire dialoghi edificanti, capaci di formare personalità dotate di un pensiero critico, che coglie l’essenza della realtà stessa e su questa costruisce il suo futuro.

(il testo, a cura del Sistema Bibliotecario Busto – Valle Olona, è tratto dalla brochure dell’evento; le immagini sono tratte da Jella Lepman, Un ponte di Libri, Sinnos editrice; © Stiftung Internationale Jugendbibliothek)


IBBY Italia

IBBY Italia è un’associazione di volontari che si dedica alla promozione del libro è della lettura. IBBY Italia è la sezione italiana di IBBY International di cui fanno parte più di 70 Paesi membri


Condividi

Ti potrebbe interessare anche

Prima di tutto fratelli


10 Dicembre 2019
Sostieni IBBY Italia!
Fai una donazione
Consiglia agli amici
Condividi sui tuoi social