Blog


Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi

La prima definizione che mi viene in mente parlando di “Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi” è che si tratta di un libro necessario.

È necessario per i ragazzi a cui è rivolto, perché spiega in modo asciutto e chiaro un periodo della nostra storia, che spesso viene vagheggiato come momento felice, ovviamente da chi non lo ha vissuto.

Io insegno storia. Sperimento continuamente quanto sia difficile parlare con i preadolescenti di un argomento così delicato. So che il fascismo può esercitare un grande fascino su di loro. È per questo che è un libro necessario anche agli insegnanti.
È anche un libro efficace. Non solo perché utilizza ottimi argomenti, ma perché si percepisce con chiarezza che non occorre proprio calcare la mano sui particolari. Emerge da sé quanto il regime abbia fatto male.

Daniele Aristarco è uno scrittore colto e raffinato. Le parole e ragionamenti che esprime sono limpidi e chiari, ma attraverso questi non dissimula la complessità dei concetti, supponendo che i giovani lettori non siano in grado di capire e non ha un atteggiamento paternalistico. L’autore usa il tono garbato di chi non impone la sua visione, ma la esprime con sincerità. Anche con forza. Ed è questo il modo giusto per parlare coi ragazzi: riconoscendo loro la capacità di discernere, di giudicare, rispettando i loro dubbi, i loro interrogativi, dando loro tempo e fiducia. Raccontando la verità. Non nascondendo la propria opinione ipocritamente per non influenzarli, ma anzi dando esempio di come questa si debba basare sulla disamina dei fatti, ma anche sul rispetto delle opinioni.

“Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi” di Daniele Aristarco è un libro bello.

 

Daniele Aristarco, Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi, Einaudi

 


Anna Sardone

Laureata in lettere classiche, insegna italiano e materie umanistiche presso la scuola secondaria di primo grado nell'istituto onnicomprensivo L. Pirandello di Lampedusa. È volontaria della Biblioteca IBBY di Lampedusa. La sua più grande passione è la lettura; il suo obiettivo lavorare affinché, anche attraverso i libri, i ragazzi e le ragazze possano diventare cittadini consapevoli, critici e onesti.


Condividi

Ti potrebbe interessare anche

Al di là del mare


9 Settembre 2019
Sostieni IBBY Italia!
Fai una donazione
Consiglia agli amici
Condividi sui tuoi social