Blog


Tempestina

 

Lena Anderson

Tempestina

LupoGuido

“Ecco che arriva Stina come un vento di tempesta. E’ così che dice il nonno.
Stina va sempre a caccia di oggetti sospinti arrivati dal mare, o semplicemente lì per terra in attesa di essere scoperti. Piume, bei legnetti e strani barattoli …. insomma, se si abita su un’isola si può trovare di tutto e di più. Ed è proprio quello che fa Stina“.

E’ così vitale Stina ed è lontana da didascaliche storielle sul valore dell’ozio, questa splendida storia di Lena Anderson (Stoccolma, 1939), autrice che da oltre quarant’anni crea personaggi amatissimi nei paesi nordici, di cui avevo già apprezzato “Linnea e il giardino di Monet”.

Pare essere una cifra peculiare di Lena Andersen avvolgere il lettore con una delicatezza fatta di quiete, quanto brulicante di scoperte e invenzioni.
Un ritmo dettato da movimento e pacatezza, voglia di fare e pause contemplative, che prende corpo attraverso le giornate condivise tra un anziano signore e una bambina.
Nel meraviglioso “Tempestina“, infatti, protagonisti sono una bambina e il suo anziano nonno, un uomo pacifico che non invade gli spazi della nipote, ma è presente quando necessario, ad esempio:

“quando c’è la tempesta è meglio essere in due e bisogna essere ben coperti”.

“Tempestina” è un libro che non esito a definire perfetto, un albo di cui è già stato anticipato un seguito con “Stina e il Capitan Fanfarone” dal nuovo progetto editoriale LupoGuido, nato a marzo 2018 e che fin dalla prima pubblicazione e, a seguire, ad ogni uscita, ha catturato l’interesse di lettori e critica, affermandosi come una delle più interessanti realtà del panorama nazionale, grazie al fiuto lupino di Virginia Portioli che ne è alla guida.


Francesca Romana Grasso

Pedagogista, dottore di Ricerca in Scienze dell’educazione, studiosa di Letteratura per l’infanzia, si occupa dal 1996 di formazione, progettazione e consulenza in ambito educativo, sociale, sanitario e culturale. Conduce progetti formativi ed eventi nell’ambito della promozione della lettura, in particolare bibliotecari, librai, insegnanti, educatori. Collabora con riviste e blog di settore. Presiede l’associazione Edufrog aps. Curatrice di eventi e iniziative culturali quali il Festival per l’infanzia e le famiglie Family care (Brescia) e il concorso internazionale Illustrazioni in movimento, accompagna la nascita di gruppi di lettura (Liberabimbi, gruppo di lettori volontari in pediatria e Leggiamo insieme? presso la biblioteca comunale di Buscate). Ha scritto a quattro mani con Alice Gregori un Manifesto di Alleanze educative e di cura (www.educative.it) e coordina le attività di ricerca, formazione e scambio che intorno a esso si animano.


Condividi

Ti potrebbe interessare anche

Tre in tutto


11 ottobre 2018
Sostieni IBBY Italia!
Fai una donazione
Consiglia agli amici
Condividi sui tuoi social